☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Media: la Russia può dilagare i Paesi Baltici in 60 ore

La risposta più probabile sarà “il contrattacco sanguinario” della NATO che potrebbe costringere Mosca ad usare il suo arsenale di armi nucleari. Lo scrive il giornale The National Interest citando il rapporto del centro di ricerca statunitense RAND.

Il giornale scrive che nel 1993 la Russia ha respinto la politica che esisteva negli anni sovietici di "non usare per prima" le armi nucleari. Nel 2000 il paese ha creato la dottrina secondo la quale Mosca può usare le armi nucleari nel caso in cui, in un attacco, l'esercito nemico avesse distrutto le sue forze armate tradizionali. Nel 2010 la dottrina è cambiata nuovamente e ora Mosca può usare le armi nucleari nelle situazioni in cui è messa sotto la minaccia l'esistenza dello stato.

Nel rapporto di RAND si legge che la Russia può conquistare i Paesi Baltici "a sufficienza facilmente", ma non si dice niente su cosa succederà se la NATO deciderà di rispondere. The National Interest avvisa, citando il rapporto, che l'Alleanza avrà poche varianti di risposta: il contrattacco sanguinario, lo stato della guerra fredda o ammettere la sconfitta tattica che porterà conseguenze catastrofiche per l'alleanza e i Paesi Baltici.

Secondo il giornale la variante più possibile sarà il contrattacco e in questo caso le forze armate russe "subiranno gravi perdite o saranno distrutte completamente". In queste condizioni la Russia può usare il suo arsenale di armi nucleari tattiche.

Secondo il Servizio di ricerca del Congresso, dopo la fine della guerra fredda Mosca gradualmente ha diminuito il suo arsenale nucleare non strategico. Tuttavia in Russia si trovano ancora circa 4 mila unità di armi nucleari tattiche. Altri analisti sostengono che la Russia possiede soltanto 2 mila unità di questo tipo di armi.