☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Pierre Richard, Depardieu e i migranti: gli stereotipi francesi dei russi

La percezione della Francia in Russia è ancora basata sul cinema degli anni '70 e gli stereotipi trasmessi dai canali di stato russi. Ne parla La Croix.

"La Francia che adoro è Pierre Richard e Depardieu", scrive La Croix immaginando sia il giudizio dei russi che non sono mai state in Francia. "Sembra che da voi ci sia una brutta situzione con gli immigrati e il terrorismo", è un altro giudizio stereotipato che, secondo la pubblicazione, possa uscire dalla bocca della maggioranza dei russi. Oppure: "Spero che il vostro presidente rispetti Putin e non si lasci comprare dagli americani".

Ma le opinioni basate sui pregiudizi si trovano anche tra gli intellettuali russi, osserva La Croix. Questo si riferisce alla lettera firmata da artisti russi al presidente francese Emmanuel Macron in difesa del senatore e miliardario russo Suleiman Kerimov, sospettato dai procuratori di Nizza dell'importazione illegale di "colossali quantità di denaro". Secondo la pubblicazione, l'arresto di Kerimov è percepito in Russia come un insulto allo stato russo. "Poiché la giustizia russa è subordinata (ufficiosamente) all'esecutivo, molte persone pensano che sia lo stesso anche all'estero", ha detto La Croix.

Allo stesso tempo, l'autore sottolinea che "molti" non significa "tutti". Così, lo storico Andrei Zubov, secondo lui, era "mortalmente turbato" dall'atteggiamento dei suoi compatrioti nei confronti del caso Kerimov.

Secondo la pubblicazione, molto dice l'atteggiamento russo nei confronti della storia dell'artista Pyotr Pavlensky, che nel maggio 2017 ha ricevuto asilo politico in Francia. Questo evento, continua l'articolo, provocò un'ondata di scherno da parte dei commentatori pro-Putin. Così, il giornale Vedomosti ha suggerito che, dopo un simile gesto "anti-civile stilisticamente puro", la sinistra francese "può solo organizzare un simposio sull'espansione dell'azionismo russo o azzardarne un remake".