☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Chi è Vladimir Potanin, uno degli uomini più ricchi della Russia grazie al nichel?

La biografia e il patrimonio di Vladimir Potanin, amico di Vladimir Putin e uno degli uomini più ricchi della Russia secondo Forbes e Bloomberg che ha fondato il suo successo nel settore del nichel.

Uno degli uomini più ricchi al mondo, amico di Vladimir Putin e deus ex machina del programma Prestiti per Azioni, che negli anni ‘90 ha consentito ad alcuni degli uomini più facoltosi della Russia di prestare denaro al Cremlino in cambio di partecipazioni azionarie nelle società statali di risorse naturali.

Uno e trino questo è Vladimir Potanin, re mondiale del nichel che secondo la Billionaires Index di Bloomberg sarebbe il secondo uomo più ricco di Russia con un patrimonio personale stimato in oltre 21 miliardi di dollari.

La biografia e i guadagni di Vladimir Potanin

Non sono in tanti gli uomini in Russia che possano vantare uno stretto rapporto personale con Vladimir Putin, al punto da essere più volte immortalato nel giocare a hockey su ghiaccio insieme al presidente russo.

Vladimir Potanin invece ha questo privilegio, oltre a quello di fare parte di quella che è stata definita la Putin List, ovvero l’elenco di quegli uomini d’affari russi più vicini al Cremlino che Washington voleva sanzionare per il caso Russiagate.

Nato a Mosca il 3 gennaio del 1961, Vladimir Potanin ha due mogli e tre figli che però alla sua morte non potranno godere di tutto il patrimonio del padre, visto che il magnate ha più volte detto che intende lasciare una buona fetta dei suoi soldi in beneficenza quando non ci sarà più.

I figli non avranno comunque di che lamentarsi, visto che al momento Bloomberg gli attribuisce un patrimonio personale, il secondo in Russia alle spalle di Leonid Mikhelson, pari a 21,8 miliardi di dollari.

Secondo la rivista specializzata Forbes invece Potanin può contare su un patrimonio che non va oltre i 18,1 miliardi di dollari, che farebbe di lui il sesto uomo più ricco della Russia e non il secondo.

In ogni modo Vladimir Potanin, che alla sua ex moglie stacca un assegno mensile di mantenimento da 250.000 dollari, può contare su una ingente ricchezza frutto soprattutto dei suoi investimenti nel settore del nichel.

Figlio di un diplomatico, dopo una laurea in Economia Internazionale conseguita a Mosca nel 1990 Potanin fonda Interros, una conglomerata che ancora oggi rappresenta una sorta di cassaforte di famiglia.

Dopo aver creato la International Company for Finance & Investments, che in seguito diventerà la maggiore banca privata russa con il nome di Onexim Bank, il vero salto di qualità lo compie nel 1996.

Sotto la presidenza di Boris Eltsin, viene nominato primo vice ministro con particolari deleghe per l’energia e l’economia. In quel periodo, fu lui l’artefice del controverso programma Prestiti per Azioni, che consentì agli uomini più ricchi del paese di mettere le mani sui colossi statali delle risorse naturali.

Proprio grazie al suo programma, ha così potuto acquistare la Norilsk Nickel che è al momento la maggiore produttrice al mondo di nichel raffinato e che, nel 2018, ha fatturato la bellezza di 11,7 miliardi di dollari.

Tanti soldi che Vladimir Potanin ama spendere in yacht di fasto, ne ha avuti ben tre, ma anche in beneficenza: oltre a una sua omonima Fondazione filantropica, ha aderito anche al The Giving Pledge, un’organizzazione benefica fondata dai coniugi Gates e da Warren Buffett.