☭ Russia, Ucraina & CCCP ! Forum concernente Russia, Ucraina e ex Unione Sovietica☭ Russia, Ucraina & CCCP !

Dalla Russia agli Stati Uniti: al via i test per il vaccino contro il Coronavirus

Più informazioni su

Scienziati ed esperti di tutto il mondo stanno lavorando per giungere al vaccino contro il Coronavirus. Secondo le notizie che stanno circolando in questi giorni, in diversi Paesi sono cominciati i primi test e la ricerca sta proseguendo.

Gli ultimi aggiornamenti sono giunti dalla Russia nelle scorse ore. Il Servizio federale russo per la salute e i diritti dei consumatori (Rospotrebnadzor) ha annunciato che ha già preso il via la sperimentazione di un vaccino contro il Coronavirus Covid-19. Lo ha comunicato sul proprio sito: “Il nostro centro di ricerca ha iniziato a testare un vaccino contro il nuovo Coronavirus”. Il centro di ricerca statale di Virologia e Biotecnologia Vector, che fa capo al Rospotrebnadzor, ha “sviluppato prototipi di vaccini basati su sei diverse piattaforme tecnologiche”. Ora deve essere testato per valutare la sua efficacia, cioè la capacità di incitare risposte immunitarie, ma anche per determinare la dose adatta e la frequenza dell’iniezione. Al tempo stesso si stanno studiando “il metodo e il programma per la somministrazione”.

Anche negli Stati Uniti sono partiti i primi test. Il vaccino è stato sviluppato dall’azienda di biotecnologie Moderna in collaborazione con il National Institute of Allergy and Infectious Diseases, un’agenzia del dipartimento della Salute. Sono in corso le prime somministrazioni a 45 volontari tra i 18 e i 55 anni al Kaiser Permanente Washington Health Research Institute di Seattle, nello stato di Washington. Se dovesse rivelarsi efficace seguiranno altre fasi di test su un maggior numero di persone, in modo da poter poi ricevere l’approvazione della Food and Drug Administration, l’ente federale che si occupa di selezionare alimenti e farmaci adatti a essere commercializzati.

In Germania la CureVac, società spin-off dell’università di Tubinga, che ha una sede anche a Boston, ha avviato il suo programma di sviluppo di un vaccino anti Covid-19 e da giugno 2020 è previsto l’inizio di test clinici.

In prima linea nella corsa al vaccino non manca la Cina, dove sono al lavoro gli scienziati dei laboratori militari. Secondo il South China Mourning Post, il segretario del partito comunista cinese, il capo dello stato Xi Jinping, li avrebbe incitati affermando che la sua Cina mondiale “deve” avere il vaccino per prima.